Il Diplomato in “Elettronica ed Elettrotecnica”:

  • ha competenze specifiche nel campo dei materiali e  delle tecnologie costruttive dei sistemi elettrici, elettronici e delle macchine elettriche, della generazione, elaborazione e trasmissione dei segnali elettrici ed elettronici, dei sistemi per la generazione, conversione e trasporto dell’energia elettrica e dei relativi impianti di distribuzione;
  • nei contesti produttivi d’interesse, collabora nella progettazione, costruzione e collaudo di sistemi elettrici ed elettronici, di impianti elettrici e sistemi di automazione.

È grado di:

  • operare nell’organizzazione dei servizi e nell’esercizio di sistemi elettrici ed elettronici complessi;
  • sviluppare e utilizzare sistemi di acquisizione dati, dispositivi, circuiti, apparecchi e apparati elettronici;
  • utilizzare le tecniche di controllo e interfaccia  mediante software dedicato;
  • integrare conoscenze di elettrotecnica, di elettronica e di informatica per intervenire nell’automazione industriale e nel controllo dei processi produttivi, rispetto ai quali è in grado di contribuire all’innovazione e all’adeguamento tecnologico delle imprese relativamente alle tipologie di produzione;
  • intervenire nei processi di conversione dell’energia elettrica, anche di fonti alternative, e del loro controllo, per ottimizzare il consumo energetico e adeguare gli impianti e i dispositivi alle normative sulla sicurezza;

nell’ambito delle normative vigenti, collaborare al mantenimento della sicurezza sul lavoro e nella tutela ambientale, contribuendo al miglioramento della qualità dei prodotti e dell’organizzazione produttiva delle aziende.

A conclusione del percorso quinquennale,  il Diplomato nell’indirizzo “Elettronica ed Elettrotecnica” consegue i risultati di apprendimento descritti nel punto 2.3 dell’Allegato A),  di seguito specificati in termini di competenze.

  • Applicare nello studio e nella progettazione di  impianti e di apparecchiature elettriche ed elettroniche i  procedimenti  dell’elettrotecnica e dell’elettronica.
  • Utilizzare la strumentazione di laboratorio e di settore e applicare i metodi di misura per effettuare verifiche, controlli  e collaudi.
  • Analizzare tipologie e caratteristiche tecniche delle macchine elettriche e delle apparecchiature  elettroniche, con riferimento ai criteri di scelta per la loro utilizzazione e interfacciamento.
  • Gestire progetti.
  • Gestire processi produttivi correlati a funzioni aziendali.
  • Utilizzare linguaggi di programmazione, di diversi livelli, riferiti ad ambiti specifici di applicazione.
  • Analizzare il funzionamento, progettare e implementare sistemi automatici.

Per gli anni scolastici 2010-2011 e 2011-2012 il collegio dei docenti  ha deliberato di adottare il seguente quadro orario:

Attivitá e insegnamenti obbligatoriI annoII annoIII annoIV annoV anno
Lingua e letteratura italiana 4(5) 4(5) 4 4 4
Lingua inglese 3(4) 3 3 3 3
Storia, Cittadinanza e Costituzione 2 2 2 2 2
Matematica 4(5) 4(5) 3 3 3
Complementi di matematica - - 1 1 -
Diritto ed Economia 2 2 - - -
Scienze integrate: Scienze della Terra e Biologia 2 2 - - -
Fisica 3 3(4) - - -
Chimica 3 3(4) - - -
Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica 3 3 - - -
Tecnologie informatiche 3 - - - -
Scienze e tecnologie applicate - 3 - - -
Tecnologia e progettazione di sistemi elettrici ed elettronici - - 5 5 6
Elettronica ed Elettrotecnica - - 7 6 6
Sistemi Automatici - - 4 5 5
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione cattolica o Attività alternative 1 1 1 1 1
Totale ore: 36(32) 36(32) 32 32 32

Per quanto riguarda il biennio, il monte ore annuale previso dal regolamento è stato articolato in 36 unità didattiche settimanali della durata di 50' in luogo delle 32 ore settimanali previste. (Fra parentesi sono riportate le ore previste dalla riforma Gelmini).

Questa scelta, ha permesso una migliore organizzazione del tempo scuola dell'Istituto, evitando la necessità di rientri pomeridiani, che avrebbero causato gravi disagi ai numerosi studenti pendolari che frequentano l'istituto. Inoltre ha dato la possibilità di migliorare l'offerta. Tutte le variazioni sono state adottate nel pieno rispetto della normativa vigente in materia di autonomia scolastica.

Il Collegio dei Docenti si riserva di apportare eventuali modifiche a tale offerta formativa, se il quadro normativo e la dotazione di organico della scuola lo renderanno necessario.

Dall'anno scolastico 2015-2016

Nuova Curvatura

AUTOMAZIONE, DOMOTICA E RETI